Le strane interpretazioni del codice della strada

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38406
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1261 Messaggio da E412 » lun 30 gen 2017 14:36

Non avendo modo di spulciare, chiedo se è cambiato qualcosa o se quanto visto ieri è frutto di qualche interpretazione fantasiosa.
Semaforo da cantiere per gestire un senso unico alternato, di quelli che grazie all'eccellente calcolo dei tempi riescono a generere code persino in posti in cui passano 10 auto all'ora.
Il semaforo è, tanto per cambiare rosso, quando all'improvviso diventa giallo per un paio di secondi e quindi verde :shock:
Di suo la cosa è anche interessante, a saperlo, perchè permette ad esempio di spegnere il motore senza il patema da ripartenza fulminea dovuto al fatto che quei cosi hanno un verde che dura 20 secondi scarsi e un rosso che dura 20 minuti :twisted:
Ma è ammesso? E' pubblicizzato? Quello beccato due settimane prima in altra zona non lo faceva... ::-?:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7076
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1262 Messaggio da danieleexpress » lun 30 gen 2017 14:40

In molti paesi c'è il giallo prima del verde (insieme al rosso però) per non confonderlo con l'altro giallo, ma non mi risulta che in Italia la cosa sia in qualche modo considerata
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12129
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1263 Messaggio da sr » lun 30 gen 2017 15:18

In germania, per esempio, si accende il giallo prima del rosso per accelerare il flusso del traffico.
in Italia invece abbiamo il rosso prolungato per "sgombero incrocio". Per noi il giallo è comunque un verde, quindi ....
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
Bts87
**
**
Messaggi: 1076
Iscritto il: mer 13 ago 2008 10:46
Località: Londra

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1264 Messaggio da Bts87 » lun 30 gen 2017 15:33

sr ha scritto:In germania, per esempio, si accende il giallo prima del rosso per accelerare il flusso del traffico.
La tentazione di fronte a quel rosso/giallo prima del verde è quella di partire, ma bisogna star attenti perché se ci si trova già in corrispondenza della linea d'arresto e la si superasse in quel lasso di un paio di secondi, si è sanzionabili. In Inghilterra, credo più per che a seguito di qualche norma scritta, il rosso/giallo equivale a un verde e quindi via subito.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 0:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1265 Messaggio da Wilhem275 » lun 30 gen 2017 15:43

Comunque non mi risulta che la cosa sia stata normata per buona anche da noi.

Non mi stupirei se quell'esemplare fosse di provenienza estera e non fosse stato riprogrammato a dovere.

Io comunque non farei la spia :mrgreen:
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
Bts87
**
**
Messaggi: 1076
Iscritto il: mer 13 ago 2008 10:46
Località: Londra

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1266 Messaggio da Bts87 » lun 30 gen 2017 15:58

Wilhem275 ha scritto:Comunque non mi risulta che la cosa sia stata normata per buona anche da noi.
Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada nella versione vigente ha scritto:La sequenza di accensione delle luci e' la seguente:
a) luce verde,
b) luce gialla,
c) luce rossa.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 0:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1267 Messaggio da Wilhem275 » lun 30 gen 2017 15:59

Però formalmente non dice nulla su cosa viene dopo il rosso :D

E' lo stesso discorso che facevo per i semafori da PL: la norma dice che devono avere la lanterna rossa... ma non che non devono avere quelle gialle e verdi :D
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
Bts87
**
**
Messaggi: 1076
Iscritto il: mer 13 ago 2008 10:46
Località: Londra

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1268 Messaggio da Bts87 » lun 30 gen 2017 19:16

Si da per sottinteso che la sequenza ricominci. Tanto per fare il confronto, il codice della strada tedesco recita:
(2) Wechsellichtzeichen haben die Farbfolge Grün – Gelb – Rot – Rot und Gelb (gleichzeitig) – Grün.
(I 'segnali a luce che cambia' hanno la sequenza di colori verde - giallo - rosso - rosso e giallo (contemporaneamente) - verde)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7671
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1269 Messaggio da simplon » mer 01 feb 2017 8:58

danieleexpress ha scritto:In molti paesi c'è il giallo prima del verde (insieme al rosso però) per non confonderlo con l'altro giallo, ma non mi risulta che in Italia la cosa sia in qualche modo considerata
Ricordo vagamente che anche a Milano (ma non so se in modo generalizzato) fosse così. Da bambino (erano gli anni sessanta) venivo con mio padre alla mitica fiera campionaria e avevo notato questa particolarità.

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38406
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1270 Messaggio da E412 » mer 01 feb 2017 9:19

A Milano, che è rimasta al boom degli anni '60, ci sono ancora frotte di semafori che accendono il giallo insieme al verde, cosa che il cds ha abolito decenni fa (anche perchè sono oggettivamente pericolosi, perchè se salta la lampada del giallo fai verde --> rosso e in auto o a piedi non esiste il train trip :wall:).
Giallo prima del verde mai visto.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
diesel 445
**
**
Messaggi: 4820
Iscritto il: lun 26 gen 2004 15:45
Località: Siena

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1271 Messaggio da diesel 445 » mer 01 feb 2017 9:30

Qui a Siena il comune ha dato in gestione sia gli impianti semaforici che le luci della città a una ditta esterna , dopo diversi giorni che le luci rimanevano ( m e rimangono accese di giorno e spente di sera ) , in questi giorni dopo che il semaforo vicino a casa mia era stato disattivato sul giallo lampeggiante da almeno 2 mesi se non di più causa traffico grosso , da ieri è spento del tutto , ma stamani ho guardato i semafori mi sono sembrati nuovi !! stasera quando ci ripasso vedrò se è stato riattivato oppure no .
Sempre qui a questo incrocio diverse volte se io non mi fermo per svoltare a destra verso la stazione , ho rischiato di essere preso da auto che non rispettano il codice della strada .

Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2064
Iscritto il: lun 01 mag 2006 10:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1272 Messaggio da cf » gio 02 feb 2017 8:57

Wilhem275 ha scritto:Va di pari passo con l'uso di mettere il solo segnale "fine 50" invece del "fine abitato"
Ho una domanda, a voi sembrerà banale ma per me non lo è.
Qui in Svizzera i segnali della località e del limite di velocità sono due cose ben diverse. Il primo serve per sapere dove ci si trova, il secondo è per limitare la velocità.
Per esempio, dopo questo cartello https://goo.gl/maps/BiFjAiwH1ct la velocità consentita continua ad essere 80 km/h.
In Italia non sono sicuro che sia così, qualcuno può spiegarmi come funziona?
Grazie in anticipo.
C.
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
Bts87
**
**
Messaggi: 1076
Iscritto il: mer 13 ago 2008 10:46
Località: Londra

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1273 Messaggio da Bts87 » gio 02 feb 2017 9:31

Articolo 131 del Regolamento di attuazione ha scritto:Il segnale di INIZIO CENTRO ABITATO (Fig. II.273) ha valore anche per segnalare per i centri abitati il limite di velocità e il divieto dei segnali acustici, di cui rispettivamente agli articoli 142, comma 1, e 156, comma 3, del codice. Pertanto non è necessario aggiungere i due segnali di prescrizione di LIMITE DI VELOCITà e di DIVIETO DI SEGNALAZIONI ACUSTICHE.
Ultima modifica di Bts87 il gio 02 feb 2017 9:31, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38406
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1274 Messaggio da E412 » gio 02 feb 2017 9:31

Salvo diversa indicazione, all'interno di un centro abitato valgono i 50 km/h, e i centri abitati sono delimitati dai cartelli di inizio e (quando si ricordano di metterlo :roll: ) fine.

Art. 142:
1. Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana la velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade, i 110 km/h per le strade extraurbane principali, i 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, ed i 50 km/h per le strade nei centri abitati, con la possibilità di elevare tale limite fino ad un massimo di 70 km/h per le strade urbane le cui caratteristiche costruttive e funzionali lo consentano, previa installazione degli appositi segnali.
Questa è la definizione di centro abitato del CdS, articolo 3:
8) Centro abitato: insieme di edifici, delimitato lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e fine. Per insieme di edifici si intende un raggruppamento continuo, ancorché intervallato da strade, piazze, giardini o simili, costituito da non meno di venticinque fabbricati e da aree di uso pubblico con accessi veicolari o pedonali sulla strada.
I cartelli che delimitano l'inizio e la fine sono quelli bianchi, mentre quelli marroni di indicazione di località/territorio comunale non contano ai fini del limite.

Una disamina interessante su come si fanno le cose in Italia:
http://www.biella.aci.it/spip.php?article275

Edit: contemporaneo a Bts

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

qalimero
**
**
Messaggi: 6949
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1275 Messaggio da qalimero » lun 20 mar 2017 23:42

I superflui segnali di limite 50 e di divieto di segnalazioni acustiche (sul quale poi si può discutere) sono errori ma direi che li sopporto senza problemi (visto che l'utente medio non ricorda le due cose).

Mi piace un po' meno l'inveterata abitudine di piazzare l'inizio centro abitato in un punto a caso ad almeno 500 metri dal vero centro abitato e dimenticarsi quello di fine centro.
Come quella di piazzare singolari limiti per brevi tratte (solitamente contenenti un autovelox) , talvolta coincidenti alla sezione di strada di competenza di uno specifico comune.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti