Le strane interpretazioni del codice della strada

Il forum dedicato a tutti gli altri mezzi di trasporto non su rotaie.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7051
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1231 Messaggio da danieleexpress » dom 02 feb 2014 11:28

effettivamente di ciclisti con fanali accesi ne vedo ben pochi....
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
VT98
**
**
Messaggi: 1825
Iscritto il: dom 29 feb 2004 22:15
Località: Vittuone-Arluno

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1232 Messaggio da VT98 » dom 02 feb 2014 12:16

Una volta c'era la dinamo, energia a costo zero, bastava cambiare una lampadina da 6V ogni trent'anni... Oggi le ultratecnologiche cagate a led stroboscopici vanno a batteria che dura si e no un mese, poi col cappero che uno va a comprarla, senza contare che se le dimentichi sulla bici te le fottono in un nanosecondo.
Morale, quando la tecnologia non serve a un c...zo.
"Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37293
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1233 Messaggio da E412 » lun 03 feb 2014 9:50

Non mi pare esattamente così. Le dinamo avevano i loro problemi (oltre a quello che funzionano usando la tua energia), mentre le lampadine a led moderne sono affidabili, di lunga durata, si possono asportare senza problemi (così non te le fregano). Certo, ogni tanto va ricaricata la batteria, ma vale anche per le torce (io le uso per escursione e non è che giro al buio perchè non l'ho mai ricaricata), i cellulari, i computer portatili, i palmari ecc ecc. Basta volerlo, e le cose si fanno, quindi non è certo colpa della tecnologia :wink:

In compenso io ho perso qualche anno di vita quando incontrai un pedone in A8, di notte, mentre viaggiavo sulla corsia di destra (tratto a 4 corsie senza corsia di emergenza). Fortunatamente non avevo nessuno nella corsia adiacente.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2526
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1234 Messaggio da PENDOLINO » lun 03 feb 2014 13:01

Su quel tratto di A8 ti è andata bene che non sei pure stato bersagliato dai sassi scagliati dal cavalcavia di Roserio.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37293
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1235 Messaggio da E412 » lun 03 feb 2014 13:22

Ho trovato pedoni e ciclisti in autostrada, gente che attraversa l'autostrada, biciclette, conci e lamiere in mezzo alla carreggiata, ma i sassi dall'alto ancora mi mancano, e non mi spiacerebbe se la mancanza continuasse a restare tale.


OT: ma il CdS si applica a strade che paiono resti di una mulattiera militare della prima guerra mondiale in ambiente montano? Perchè le strade mi ricordano questo, ormai: una buca continua :evil: :shoot:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11786
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1236 Messaggio da sr » lun 03 feb 2014 15:13

E412 ha scritto:Non mi pare esattamente così. Le dinamo avevano i loro problemi (oltre a quello che funzionano usando la tua energia), mentre le lampadine a led moderne sono affidabili, di lunga durata, si possono asportare senza problemi (così non te le fregano). Certo, ogni tanto va ricaricata la batteria, ma vale anche per le torce (io le uso per escursione e non è che giro al buio perchè non l'ho mai ricaricata), i cellulari, i computer portatili, i palmari ecc ecc. Basta volerlo, e le cose si fanno, quindi non è certo colpa della tecnologia :wink:

In compenso io ho perso qualche anno di vita quando incontrai un pedone in A8, di notte, mentre viaggiavo sulla corsia di destra (tratto a 4 corsie senza corsia di emergenza). Fortunatamente non avevo nessuno nella corsia adiacente.
Le dinamo avevano diversi problemi:
- Quando piove tendono a slittare. In quelle condizioni mettevo un fanale a pila rosso sul portapacchi posteriore.
- Quando c'è nebbia particolarmente umida ... come sopra
- Quando ti fermi sei al buio.
- Se sei uno che "tira" le lampadine le bruci in poche settimane. In un inverno ne ho dovute cambiate 7

Tutto risolto con i nuovi fanali a led. Le batterie mi durano circa un anno. :mrgreen:

PS: Sono uno dei pochi che ha investito la bellezza di 6€ per acquistare al Decathlon le bande fluorescenti da indossare al buio che ora sono obbligatorie per legge. Ma in effetti ciclisti in regola sulla dotazione notturna ce ne sono decisamente pochi. :?
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5126
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1237 Messaggio da sandro.raso » lun 03 feb 2014 15:43

E412 ha scritto: OT: ma il CdS si applica a strade che paiono resti di una mulattiera militare della prima guerra mondiale in ambiente montano? Perchè le strade mi ricordano questo, ormai: una buca continua :evil: :shoot:
Solito discorso.
Prima o poi qualcuno capirà che bisogna rimettere i cantonieri.
Immagine

gbelogi
**
**
Messaggi: 5224
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1238 Messaggio da gbelogi » sab 15 feb 2014 8:52

A proposito di CdS e dotazione notturna per i ciclisti, com'era finita la storia dell'elmetto?
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11786
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1239 Messaggio da sr » lun 17 feb 2014 12:39

Obbligatorio per i minorenni, se non sbaglio.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2526
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1240 Messaggio da PENDOLINO » sab 22 feb 2014 14:59

Premessa: un mio collega mi ha raccontato di quando, quest'estate, imbottigliato sul tratto bolognese della A14 dotato di terza corsia dinamica, se ne è sbattuto della chiusura della corsia più a destra e ci ha percorso "parecchia strada". Ora, a prescindere dal cazziatone che gli ho fatto e dal preannuncio di una sicura sostanziosa multa condita da decurtazione di punti-patente e fors'anche da qualche settimana di sospensione, vorrei chiedere se qualcuno conosce i criteri di apertura/chiusura della corsia dinamica. Perché l'obiezione che mi ha mosso è che non capiva per quale motivo in una condizione di traffico congestionato, fossero aperte solo due corsie delle tre disponibili.
Io ho pensato che il criterio fosse il mantenimento di una corsia di emergenza nel caso ce ne fosse bisogno, visto che anche l'apertura della terza corsia probabilmente non avrebbe facilitato più di tanto il deflusso dell'ingorgo.

Per la cronaca, al mio collega non è arrivato nessun verbale. :evil:

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37293
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1241 Messaggio da E412 » mar 28 lug 2015 10:40

Sulla BreBeMi sono comparsi, almeno in zona Adda, dei pali segnaneve con sopra apposto un cartello bianco con G rossa.
Dove ne posso trovare il significato?

Stranezze milanesi:
https://www.google.it/maps/@45.494615,9 ... 6656?hl=it

Non mi è ben chiaro a cosa serva il semaforo, da quando hanno cambiato il senso della strada a sinistra. Ma soprattutto non mi è chiaro perchè quando i semafori diventano rossi è rosso anche per i pedoni. In pratica tutti fermi. Davvero così complicato cambiare la programmazione di una centralina? ::-?:


Bizzarrie bresciane 1:
https://www.google.it/maps/@45.546201,1 ... 6656?hl=it

Se voi foste un autobus che deve svoltare sulla "preferenziale" a destra, come vi regolereste in caso di semaforo rosso? Potete entrarci comunque (a patto di essere in prima fila) perchè il semaforo è dopo la biforcazione, oppure non potete entrarci perchè la linea è genialmente prima?


Bizzarrie bresciane 2:
https://www.google.it/maps/@45.548081,1 ... 6656?hl=it

Uscita dalle rampe del "seppiolone" in direzione della BreBeMi. Il cartello "fine 60" è ancora li, ma pochi metri dopo ne è stato aggiunto un altro per il limite dei 90. Che senso ha tenerli entrambi? ::-?:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11786
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1242 Messaggio da sr » mar 28 lug 2015 11:55

Bizzarrie bresciane 1:
Immagino che si debba fermare alla così detta "linea di arresto".
Tra l'altro, non ci sono strisce pedonali che attraversano la corsia preferenziale?
Un pedone che attraversa al semaforo poi cosa fa? Deve per forza attraversare verso l'altro lato del viale o rimane sull'isolotto pedonale finchè non gli disegnano le strisce?

Bizzarrie bresciane 2:
L'Italia è piena di cartelli di fine limite di velocità accoppiati spesso sullo stesso palo col cartello di limite di velocità più alto.
Non mi è capitato di vederne accoppiati con limiti più bassi (o uguali :mrgreen: )
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37293
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1243 Messaggio da E412 » mar 28 lug 2015 12:16

Il pedone si arrangia, il bresciano medio usa l'auto anche per fare salotto-cucina e quindi non lo contempla, a meno che non faccia jogging per tenersi in forma alle 14 con 37 °C all'ombra (quello fa figo, quindi va bene, ma le strisce non gli servono perchè schiva le auto come Neo i proiettili) :twisted:

Cartelli uguali di quel tipo sullo stesso palo no, ma a pochi metri di distanza si, che è tanto bello.
Più questa brillante trovata:
https://www.google.it/maps/@45.480129,1 ... 6656?hl=it

A un certo punto hanno deciso che in codesta mirabile opera di ingenieria (senza la g) umana, il limite dei 50 è sicuramente più consono di quello, invero azzardatissimo, dei 70. Quindi hanno lasciato quel cartello ("fine limite 90"/"inizio limite 70") e ne hanno aggiunto uno 10 metri dopo che recita "fine limite 70"/"inizio limite 50". Mi son sempre chiesto se devo calcolare e poi rispettare la curva di frenatura... ::-?:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5126
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1244 Messaggio da sandro.raso » mar 28 lug 2015 12:32

In qualche caso c'erano state contestazioni anche giudiziarie (illogiche, ma siamo in Italia e la Magistratura è quella italiana) circa la mancata esposizione di un cartello di fine limite di velocità.
Esempio: tratto con limite a 80 km/h seguito da un altro con limite a 50 km/h, un automobilista viene beccato in questo secondo tratto a 70 km/h, contesta giudizialmente il verbale perché... c'era il cartello di inizio limite dei 50, ma NON quello di fine limite degli 80, e il giudice... gli dà ragione!

Basterebbe aggiungere un comma al CdS: "Un segnale di inizio limite di velocità comprende anche il termine dell'eventuale limite vigente nel tratto di strada che si sta lasciando" ma sinora i nostri legislatori non ci sono arrivati.
Immagine

Avatar utente
VT98
**
**
Messaggi: 1825
Iscritto il: dom 29 feb 2004 22:15
Località: Vittuone-Arluno

Re: Le strane interpretazioni del codice della strada

#1245 Messaggio da VT98 » mar 28 lug 2015 12:36

E412 ha scritto:Sulla BreBeMi sono comparsi, almeno in zona Adda, dei pali segnaneve con sopra apposto un cartello bianco con G rossa.
..
G for Giletta :D :D

no adesso, a prescindere dal nesso col nome del più famoso produttore di spargisale del mondo :lol: credo che i segnali posti sui cavalcavia o in corrispondenze particolari indichino:
G rossa: arresto spargisale / fresa sparaneve
G verde: avvio spargisale / fresa sparaneve

penso per evitare di buttare di sotto neve e/o sale... qualcuno può confermare o mi sono fumato le ciabatte? :wink:
"Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite