[ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

Il forum sui tram.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 219
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#766 Messaggio da marzi » gio 08 giu 2017 7:01

Siccome ricordavo di un episodio simile in Actv, sono andato a cercare. Ho trovato solo questo articolo http://m.ilgazzettino.it/nordest/articolo-845773.html , ma il concetto è che anche lì si è staccato/è caduto di colpo il pantografo (anche se non è esplicitato) ma non è successo niente di male. Continuo quindi a non capire cosa sia successo a Padova!
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4145
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#767 Messaggio da em » gio 08 giu 2017 7:49

Non e` che, semplicemente, la parte posteriore abbia slittato in frenata? ::-?:
Cose simili succedono con gli autiarticolati in caso di scarsa aderenza (neve): alla prima frenata la motrice frena e il rimorchio si intraversa.

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 219
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#768 Messaggio da marzi » ven 09 giu 2017 7:20

Può anche darsi, i translohr slittano spesso e bene. Rimane da capire il motivo di una frenata così brusca e evidentemente non controllata dal tramviere, oppure il motivo per cui lui avrebbe spinto talmente a fondo sul pedale del freno da far slittare e deragliare. Solo lo spavento?
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4145
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#769 Messaggio da em » ven 09 giu 2017 7:41

Ma l'arresto di emergenza non era stato causato dalla caduta del pantografo?

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 219
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#770 Messaggio da marzi » ven 09 giu 2017 7:52

Non saprei, può essere ma allora c'è un problema grave: non è possibile che la frenata di emergenza, d'estate, sull'asciutto e in centro città causi un deragliamento del genere. Cosa succede se capita sul ponte della libertà in un giorno di pioggia a 70km/h?
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 36099
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#771 Messaggio da E412 » ven 09 giu 2017 11:41

em ha scritto:Ma l'arresto di emergenza non era stato causato dalla caduta del pantografo?
Sarebbe più grave, perchè vuol dire che una procedura di emergenza codificata (e anche un po' spropositata, forse, ma ci può stare per ridurre i danni alla ldc) porta ad un esito catastrofico per il veicolo e i suoi occupanti. Mi viene davvero difficile credere che si possa omologare una cosa del genere ::-?: ::-?:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11375
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#772 Messaggio da sr » ven 09 giu 2017 15:52

Mah!
Per me il gommocoso è una .... (cit. Fantozzi)! :wall:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

marchetti625
*
*
Messaggi: 126
Iscritto il: mar 15 nov 2005 23:43
Località: roma

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#773 Messaggio da marchetti625 » dom 25 giu 2017 18:24

Ehehehe Accidenti che botta! Mah! A vederlo sembrerebbe proprio che la caduta del pantografo(poi sarebbe interessante sapere cosa gli è accaduto perchè sembrerebbe uscito fuori dalla linea di contatto)abbia provocato l'arresto istantaneo di tutto il convoglio. Quello che stupisce è il risultato! Da quello che mi ricordo e francamente non conosco se anche le vetture di Padova sono fatte alla stessa maniera, la guida del rotabile è garantita da "antenne" collocate anteriormente al treno di gomme ( anteriormente e posteriormente nel caso di veicolo bidirezionale) Sono queste come sapete che guidano il mezzo e che sono "ammorsate" alla speciale rotaia. Il resto del rotabile no! Quindi sembrerebbe proprio corrento quanto scritto da em che il blocco del rotabile abbia fatto partire per la tangente le casse articolate che non sono vincolate alla rotaia e che hanno evidentemente tempi di risposta in fase di frenatura, non coincidenti fra loro. In ogni caso è una cosa molto grave: cosa sarebbe accaduto con la pioggia, a pieno carico, col ghiaccio o su un punto caratteristico del tracciato?(in curva o su un viadotto o in un incrocio) L'idea del Translohr era interessante non come sostitutuiva al tram che è e rimane sistema di mobilità cittadina di eccellenza ma in tutte quelle realtà dove per una serie di ragioni una tranvia tradizionale non puo' essere impiantata. Invece la realtà ha ampiamente dimostrato i limiti di questa tecnologia al di là del brevetto che è esso stesso un limite alla sua fruizione.

Max RTVT

pm_class55
**
**
Messaggi: 1091
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#774 Messaggio da pm_class55 » ven 15 dic 2017 21:52

non e' proprio cosi': tutti gli assi sono guidati, da 2 coppie di ruotine a V "ammorsate" alla rotaia, disposte una prima e una dopo l'asse. Negli assi estremi motori (gli unici sterzanti rispetto alla cassa) impostano la traiettoria di curva, negli assi intermedi folli permettono alla vettura di seguire sempre la tangente alla curva, con l'asse che si dispone secondo la bisettrice dell'angolo formato dalle 2 casse a cui e' collegato tramite gli snodi. Per quanto ne so solo gli assi estremi motori sono dotati di freni a disco.
Purtroppo la gestione della trazione non ha mai brillato sul gommone, il padovano e' lungo poco piu' di un autosnodato ma ha il peso delle batterie, il nostro non le ha ma ha una cassa in piu', quindi 3 assi folli in mezzo e la trazione in ogni caso e' praticamente sotto i paraurti estremi, a differenza del singolo asse paracentrale dell'autosnodato (VH a parte).
Da noi ci sono diverse fermate con le strisce pedonali alla fine della banchina, e' normale un accenno di bloccaggio in frenata quando uno dei 2 assi motori ci arriva sopra, come un lieve pattinamento in accelerazione causa ripartizione della potenza non perfetta (basta anche il bagnato o l'umidita'), come la tendenza ad allargare la traiettoria di coda se il tranviere tira prima di essere uscito dalla curva.
Dalle foto, sembra una frenata sbilanciata: ha frenato piu' davanti che dietro, o prima davanti che dietro, o magari ha frenato solo davanti, in tutti i casi l'inerzia delle casse dietro ha fatto sganciare gli assi folli dalla rotaia facendoli uscire dalla sagoma di lato.
La ldv di questi trabiccoli e' un po' rozza :mrgreen:

marchetti625
*
*
Messaggi: 126
Iscritto il: mar 15 nov 2005 23:43
Località: roma

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#775 Messaggio da marchetti625 » sab 16 dic 2017 0:36

Capisco! :) Se le cose stanno così è perfettamente comprensibile quanto accaduto.... In ogni caso ho sempre pensato che l'idea fosse buona ma che la sua applicazione abbia dimostrato ampiamente e almeno per il momento, i suoi limiti...Credo che "l'entusiasmo" per la sua diffusione si sia di molto attenuato...E forse è proprio meglio così! :ciao:

Max RTVT

pm_class55
**
**
Messaggi: 1091
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#776 Messaggio da pm_class55 » sab 16 dic 2017 21:31

piu' che attenuato, e' sparito come il costruttore, rilevato da Alstom (adesso in Siemens?) che non credo lo proponga piu' a nessuno se non seguire chi lo ha gia' (alla fine e' arrivato il contratto di service per Busitalia e ACTV? ::-?: ), il sistema di guida a ruotine e' parecchio complicato, sono montate su un'articolazione a parallelogramma con molloni per tenerle sempre aderenti alla rotaia e sempre parallele (c'e' il contatto di ritorno della linea aerea) a prescindere dall'assetto della vettura: dal rumore e dalla regolazione solo a veicolo fermo, si direbbe che monta piu' o meno lo stesso sistema di sospensioni pneumatiche dei vecchi Cityclass... :sofa: oltre a un motocompressore che suona come quello delle 801-940 :sofa:
Il sistema di guida se non sbaglio era stato "riciclato" tale e quale per semplificare il sistema di metropolitana VAL ma non so che fine abbia fatto (c'e' qualche impianto NeoVAL attivo?)
Nonostante siano su gomma le vetture ballano e vibrano molto peggio di un autobus, ancora peggio da noi dove (eccetto la tratta da San Giuliano a Venezia) corrono su travi di calcestruzzo armato dimensionate per una locomotiva con basamento ulteriormente armato (infatti le strade cedono ai lati della via di corsa). :roll:
Almeno da noi il servizio si puo' definire discreto, lo vedo sempre, e' ben frequentato e ormai i guasti si verificano di rado, asservimenti a parte, pero' ci abbiamo messo 12 anni per arrivarci e con la somma che abbiamo cacciato ci veniva ben altro di una linea e mezza percorsa da trabiccoli franciosi...

marchetti625
*
*
Messaggi: 126
Iscritto il: mar 15 nov 2005 23:43
Località: roma

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#777 Messaggio da marchetti625 » lun 18 dic 2017 18:02

Eh si sono del tutto d'accordo! Al suo apparire le aspettative erano ben altre e comunque si sarebbe dovuta attendere la risposta dell'esercizio pure nel caso non si fossero verificati i problemi che sappiamo! Su tracciati tortuosi e acclivi, la sua applicazione avrebbe avuto una sua logica ma utilizzarlo in piano solo per lucrare al ribasso rispetto a un supercollaudato e sicuro sistema tranviario :lol: E peggio stanno facendo a Rimini! Altro che metro di costa, un costosissimo e banale filobus si troveranno a gestire che non risolverà affatto i problemi di mobilità con l'aggravante del peggioramento viario del tessuto urbano causato dalla sua introduzione. Già ora su via Pascoli,per esempio, ne vedo gli effetti! Una via cittadina vitale e normalmente trafficata, adesso morta, desolata e con essa le attività commerciali ...

Max RTVT

e402a
**
**
Messaggi: 1737
Iscritto il: sab 30 lug 2005 13:01
Località: Veneto

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#778 Messaggio da e402a » mar 19 dic 2017 6:36

Mah, sul lato tecnico concordo per carità, ma sul lato TPL, comunque Padova e Mestre-Venezia hanno un tram che sono molto frequentati, hanno portato a ridurre e/o spostare autobus, inquinanti e rumorosi e spesso sovraffollati, e sopratutto,ripeto seppur imperfetti, han ridimensionato, ridotto il “pericolo” binari in un “sentito comune nazionale” dove a nessuno frega una cippa delle biciclette e o motorini, ma poi quando si parla di tram e rotaie, tutti si mettono in bocca queste 2 parole...ma d’altronde,a parole, gli italiani sono campioni del mondo in quasi tutto, poi in realtà, parla la realtà!

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11375
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#779 Messaggio da sr » mar 19 dic 2017 14:55

La monorotaia del gommocoso è molto, ma molto, ma molto più pericolosa delle normali rotaie tranviarie.
E te lo dice un ciclista/motociclista milanese. :wink:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 219
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [ PADOVA ] Rete tranviaria (Translohr)

#780 Messaggio da marzi » mar 19 dic 2017 16:01

Infatti, perché sporge di 7mm dal piano stradale, mentre le rotaie tradizionali sono allo stesso livello
Sempre in treno, in tram o in pullman

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti